Ad Acireale parte la campagna ufficiale di adesione al compostaggio domestico. Il progetto consentirà ai cittadini, che possiedono i requisiti previsti dal regolamento, uno sconto sulla TARI fino al 30%. Ecco come funzionerà: Compilazione, sottoscrizione e presentazione entro il 31 gennaio 2018 dell’apposito modello disponibile su acirealedifferenzia.it, sulla pagina Facebook Acirealedifferenzia e sul portale dell’Ente www.comune.acireale.ct.it ; Formazione dell’Albo dei compostatori; Partecipazione dei richiedenti al corso, (circa 2 ore e mezza), per il compostaggio domestico che si terranno dopo il 10 febbraio; A conclusione del corso sarà consegnata la compostiera e la targhetta da apporre fuori dall’abitazione; Sopralluoghi presso i siti ove saranno collocate le varie compostiere; Monitoraggio e controlli.      

«Fare il compostaggio domestico vuol dire tagliare il servizio di raccolta e conferimento di una frazione di rifiuti. E’ un ulteriore passo avanti, atteso da tanti cittadini, che migliorerà un servizio che ha già consentito alla nostra città di avere importanti riconoscimenti e ai nostri concittadini di vivere in una città più pulita e di avere anche uno sgravio importante sulla Tari, – dichiara il sindaco Roberto Barbagallo-. Sfioriamo già il 70% di raccolta differenziata, nel 2018 andiamo avanti con il compostaggio, la sistemazione dell’isola ecologica e la realizzazione del nuovo CCR, in modo che il cittadino attraverso il compostaggio e il conferimento puntuale possa avere ulteriori benefici. Continuiamo a ringraziare i cittadini e a lavorare insieme, perché se il sistema funziona lo dobbiamo anche a loro». «Già per il 2018 chi aderirà al servizio entro il 31 gennaio avrà un ulteriore riduzione della tassa, commisurata alla quantità di organico che non raccoglieremo, e che arriverà fino al 30%,- annuncia l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Fichera-. I requisiti per aderire sono specificati nel regolamento pubblicato sul sito www.acirealedifferenzia.it . Può aderire ogni residente che ha a disposizione almeno 40 mq di giardino, orto o parco utile a collocare la compostiera e ad utilizzare il compost prodotto. Il terreno deve essere una pertinenza esclusiva della abitazione o di disponibilità esclusiva del richiedente che si trovi all’interno del Comune di Acireale. Anche chi fa già il compostaggio domestico, dovrà presentare il nuovo modulo e partecipare al corso».