Giarre. Si è svolta stamattina l’iniziativa inserita nell’ambito delle manifestazioni dedicate alla “Giornata Internazionale della Donna” con  la cerimonia di collocazione nella sala d’attesa degli Uffici Comunali di via Federico II Di Svevia di una panca decorata dagli alunni del Liceo Artistico “R. Guttuso” dedicata alle donne, con accanto una sedia rossa simbolo del “posto occupato”. Alla cerimonia hanno preso parte l’assessore ai Servizi Sociali Vincenza Rosano, il vice Sindaco Salvatore Vitale (che ha portato i saluti del Sindaco assente per motivi di salute) i Consiglieri comunali Rosy Finocchiaro e Giannunzio Musumeci, i Dirigenti Maurizio Cannavò e Letizia Nanì, i funzionari comunali e i responsabili della gestione dello “Sportello Rosa Antiviolenza Maria Rita Russo”, una classe del Liceo Scientifico di Giarre che da recente ha svolto un laboratorio di “genere” accompagnata dalla docente Maria Grazia Romano e un folto pubblico di donne.

Dopo la breve cerimonia, durante la quale, in presenza della mamma, è stata ricordata la giovane vittima giarrese Maria Rita Russo, si è svolta una conferenza pubblica, dove operatori del settore, tra i quali i responsabili dello Sportello Antiviolenza e l’Assistente Sociale dell’ASP 3 di Catania Rosanna Magro, hanno illustrato alcuni dei possibili interventi ed aiuti che si possono attuare in favore di chi è vittima della cosiddetta “violenza di genere”.

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore ai Servizi Sociali Vincenza Rosano che ha messo in rilievo la piena operatività del Centro Antiviolenza, rimasto inattivo solamente per circa un mese a seguito del rinnovo della SIM contenente il numero di cellulare per i relativi contatti e la professionalità degli operatori che assicurano pieno sostegno a tutti coloro i quali periodicamente si rivolgono allo “sportello”.

 

(Foto Santo di Guardo)